14/09/2018
Redazione

Il crollo del ponte di Genova, il ricordo un mese dopo

https://youtu.be/0tDwkjMHImo
Un mese dopo il crollo del ponte Morandi Genova si è fermata per rendere omaggio alle 43 persone morte nel disastro. Nel pomeriggio in piazza De Ferrari si è tenuta la commemorazione delle vittime, alla presenza del sindaco di Genova Bucci e del governatore Toti. In serata è arrivato anche il premier Conte per un incontro con il presidente della Regione e con il primo cittadino al termine della messa celebrata in San Lorenzo.
Alle 11,36 di stamani il momento del raccoglimento con il cielo lacerato dalle sirene delle navi e dai rintocchi delle campane: i negozi hanno abbassato le saracinesche, taxi e bus hanno spento i motori, la gente in strada si è fermata in silenzio.
“Non sarà la caduta di un ponte a piegare Genova – ha detto Toti -, una città che ha voglia di tornare a correre nel più breve tempo possibile”. Toti ha sottolineato che bisogna fare bene e presto, al di là delle polemiche politiche di queste ore sulla mancanza di un nome del commissario da parte del governo a un mese dalla tragedia.
“Genova non attende auguri o rassicurazioni ma la concretezza delle scelte e dei comportamenti” ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
E intanto stamani hanno preso il via in procura, a Genova, i primi interrogatori dei 21 indagati per il crollo del ponte Morandi.

Articoli Correlati