TLS / TELE LIGURIA SUD - EMITTENTE TELEVISIVA





Tele Liguria Sud nasce nel 1977, Ideatore e fondatore e' un parroco della Spezia, don Armando Viviani, don Dino per tutti quelli che lo conoscono, già da giovane appassionato radioamatore. Nella riunione dei sacerdoti del Vicariato della Spezia nel novembre 1976 propone di aprire una radio e una televisione; il Vescovo dà il suo appoggio, alcuni sacerdoti si rendono disponibili, ma si raccolgono solo pochi aiuti all'iniziativa.
Per una precisa volontà di don Dino viene costituita un'associazione culturale denominata Tele Liguria Sud, perche' l'idea di società avrebbe dato una veste com-merciale che non era negli scopi dell'iniziativa; nasce
La scelta chiave per la riuscita del progetto e' che tutto il personale e' sempre stato esclusivamente volontario, sia i tecnici che i programmisti e giornalisti; TLS non e' un'impresa commerciale, nessuno ne trae lucro, ne' il proprietario (che nel caso specifico ne trarrà solo... debiti), ne' alcun collaboratore; certo la parte economica deve esistere per una regolare gestione fiscale, ma la si e' voluta tenere divisa dalla parte "culturale": si costituirà una ditta individuale, "Tele Liguria Sud - Studio P" di don Armando Viviani che ha dato in gestione gratuita le apparecchiature di sua proprietà all'"Associazione Culturale Tele Liguria Sud" che effettua le trasmissioni. Nei primi tempi per qualificare maggiormente l'immagine non commerciale si decise di non trasmettere pubblicità; successivamente, viste le ingenti spese necessarie al mantenimento si decise comunque di trasmettere spot e comunicati commerciali e di sponsorizzare alcune trasmissioni, ma senza mai perdere la caratterizzazione dell'emittente, senza trasformarla in una "televendita".


Nel febbraio del 1977 iniziano i lavori: gli studi di trasmissione sono allestiti in alcuni locali della parrocchia di don Dino, S. Maria Assunta alla Spezia; si acquistano le apparecchiature e nell'aprile del 1977 viene effettuata la prima trasmissione: si tratta della registrazione dell'inaugurazione di una "Mostra del fiore", che e' trasmessa la sera stessa portando il videoregistratore direttamente al trasmettitore su un monte vicino alla città, il monte Parodi, non essendo ancora in funzione il ponte radio che collega lo studio con il trasmettitore.
In agosto viene iscritta in tribunale nel registro dei giornali e periodici la testata giornalistica "Tele Liguria Sud" come "notiziario quotidiano teletrasmesso".


Ad agosto termina anche la costruzione dello studio, che ha una regia con tre telecamere di cui una a colori, due videoregistratori da tavolo, un sistema portatile a colori per le riprese esterne. In tutto il mese di settembre si svolgono le trasmissioni sperimentali quotidiane (diventerà "storica" l'inquadratura di una strada che si vede da una finestra dello studio) e la sera del primo ottobre 1977 alle 19.30 una telecamera in bianco e nero inquadra un disegno con il profilo della Liguria e la scritta "NOTIZIARIO", parte un 45 giri dal titolo "Radioactivity" e un minuto dopo la telecamera a colori inquadra una ragazza seduta ad una scrivania che annuncia: "Buonasera. Iniziamo il nostro Notiziario con il sommario delle principali notizie di oggi..."

Con il "Notiziario" inizia la programmazione quotidiana regolare; e' importante notare che l'appuntamento centrale della programmazione e' da subito, e tale resterà sempre, il "Notiziario", che dal 1° settembre 1979 sarà trasformato in un vero "TLS Giornale"; da quel giorno e' sempre stato trasmesso, tranne la domenica ed i giorni festivi oppure per gravi motivi tecnici: nella storia delle cinque emittenti televisive spezzine e' un caso unico. Una nota distintiva del "Notiziario" di TLS fu, fin dall'inizio, il fatto che dava le notizie accadute nel giorno stesso in cui andava in onda; questa scoperta dell'acqua calda potrebbe far sorridere oggi, ma in molte altre emittenti ricevibili alla Spezia e anche spezzine, vi era l'uso di presentare nel notiziario serale le notizie lette da un quotidiano locale del giorno, informando cosi' i telespettatori su cio' che era accaduto... il giorno prima e che avevano già potuto leggere sul giornale! Tele Liguria Sud invece aveva una vera redazione giornalistica, tutta di giovani, con fin dall'inizio due giornalisti pubblicisti, che si occupava di raccogliere le notizie del giorno direttamente dalle fonti.
Fin dall'inizio, come risulta dai verbali delle prime riunioni di programmazione, era stato previsto di trasmettere la Messa: data la vicinanza con la chiesa di S. Maria bastava stendere i cavi delle telecamere per collegarla con la regia. La prima Messa in diretta fu quella notte di Natale del 1977; da quel momento la Messa dalla chiesa di S. Maria divento' l'appuntamento di tutti i giorni festivi. Quando nel 1990 si costrui' la regia mobile la Messa pote' essere trasmessa anche da altre chiese. Dal 1998 la Cattedrale di Cristo Re e' stata attrezzata con un impianto fisso di trasmissione. A parte la Messa festiva ed alcune rubriche religiose, il primo programma religioso a scadenza fissa e' stato nel 1981 Verso la Pasqua, una rubrica quotidiana di 5 minuti trasmessa prima del telegiornale; questo spazio rimarrà sempre, fino ad oggi, per caratterizzare i tempi liturgici. Contemporaneamente inizio' una Rubrica religiosa che andava in onda al sabato; la trasmissione divenne in seguito Chiesa nel mondo e attualmente Essere Chiesa Oggi.

Una delle prime trasmissioni realizzate nel 1977 e' stata Mosaico, un programma di intrattenimento musicale registrato in piu' luoghi e poi montato come se fosse un trasmissione in diretta; il curioso era che il conduttore, che un momento prima fingeva di essere in diretta, in un altro punto della trasmissione spiegava, come se fosse stata un magia, che in realtà era stata registrata in posti diversi e che gli spezzoni, messi insieme, davano l'illusione della continuità: la TV era bambina, e scopriva... il linguaggio del montaggio. I titoli della trasmissione erano realizzati con l'antico metodo cinematografico del rullo di carta che scorre verso l'alto: le titolatrici elettroniche non esistevano ancora, la prima sarà acquistata solo nel 1980.
Quasi per scherzo domenica 27 agosto 1978 si inquadro' come intervallo una foto della vecchia Spezia con una scritta che chiedeva di telefonare se si riconosceva la strada: dall'enorme numero di telefonate si decise la settimana dopo di creare un appuntamento fisso della domenica mattina, dopo la trasmissione della messa, dalle 11.00 alle 12.30: Giochiamo con le immagini proponeva fotografie in bianco e nero di dettagli architettonici o scorci della Spezia da indovinare, con in palio alcuni premi offerti dagli sponsor. Il programma e' terminato nel 1985.

Sempre nel 1978 nascono le prime trasmissioni di servizio: nella settimanale Rubrica di consulenza legale un avvocato rispondeva in diretta alle telefonate dei telespettatori. Di poco successiva Il medico di famiglia in cui un medico risponde anche qui alle domande poste per telefono. L'anno successivo con analoga formula si aggiungerà Noi consumiamo - a difesa dei consumatori.
Lo sport, in special modo il calcio, ha avuto sempre una o piu' trasmissioni dedicate: oltre la trasmissione in differita degli incontri di calcio e altri sport, Lunedi' degli sport locali del 1978, poi spostata al sabato con Sabato sport - 100 minuti di interviste, tuttora in programma; Stadium (1991-92); Spezia sport (1999-2000). Nel 1991 nacque Domenica sintesi, in onda alla domenica pomeriggio, che forniva, appena terminate le partite, tutti i risultati di calcio, basket, pallavolo ed aveva in studio o collegati per telefono allenatori e calciatori. Le altre emittenti spezzine risposero con analoghe trasmissioni solo anni dopo.


Sempre nel campo dello sport, ma non solo, un appuntamento importante dell'estate spezzina e' il Palio del Golfo, una gara remiera tra le 13 borgate che si affacciano sul Golfo della Spezia, da Portovenere a Lerici, che si svolge nelle acque antistanti la passeggiata a mare della Spezia, la prima domenica di agosto. Questa gara e' sempre stata seguita da Tele Liguria Sud, nei primi anni in differita, in seguito, dotandosi dei mezzi necessari, in diretta: e' un impegno notevole per una piccola emittente, che riesce a gestire una regia mobile con 6 telecamere di cui due via radio in mare, con interviste volanti, grafica, replay, ecc. La trasmissione dura dalle 17 fino alle 23, in una giornata che vede 6 gare diverse, e si conclude con un "salotto" con gli ospiti in mezzo agli spettatori, sotto i fuochi d'artificio che chiudono la "festa del mare". Sul Palio del Golfo sono stati realizzati programmi di approfondimento nei mesi precedenti la gara, anche registrati direttamente nelle sedi delle borgate marinare.
Nel 1980 TLS entra nel circuito di distribuzione di programmi di un allora quasi ignoto Silvio Berlusconi, trasmettendo I sogni nel cassetto di Mike Bongiorno; la permanenza nel circuito duro' pochi anni, perche' lo scopo di Berlusconi era quello di acquisire le frequenze ed eliminare le emittenti: TLS sarebbe stata in pratica assorbita in Canale 5 senza avere piu' alcuno spazio proprio. Don Dino decise di non vendere e mantenere l'indipendenza dell'emittente.

Sempre nel 1980 nacque una storica trasmissione di TLS, Hyde Park, dal nome del parco londinese in cui chiunque puo' parlare al pubblico; si trattava di una trasmissione con uno o piu' ospiti, amministratori locali, medici, giornalisti o altri, a seconda del tema della trasmissione, in cui il pubblico poteva intervenire per telefono. Il numero delle telefonate era talmente alto che bisognava spesso riassumere le domande simili da passare al conduttore e mandare in onda solo alcuni interventi piu' significativi. La trasmissione si e' conclusa nel 1990, quando cambio' nome in Ombudsman - il difensore civico.

Il 18 novembre 1980, nell'ambito sportivo, inizio' Nel mondo della vela (il titolo previsto originariamente era Nel regno dei venti), l'unico appuntamento settimanale televisivo per i velisti tra le emittenti spezzine, in cui venivano seguite le regate locali e quelle importanti della Liguria; nel luglio 1993 la trasmissione si trasformo': una troupe di TLS segui' il Giro d'Italia in vela (unica altra emittente oltre la RAI) perche' vi era una barca spezzina, inviando le cassette con immagini e interviste che venivano trasmesse nel programma, diventato per l'occasione quotidiano. Nel mondo della vela termino' nel 1994.

Il mattino dell'8 gennaio 1985 La Spezia, come molte altre città in Italia, si sveglio' sotto una coltre di neve che la blocco' completamente per tutto il giorno. Un breve giro di telefonate e alle 10.30 inizio' Speciale neve, una trasmissione che divenne per tutto il giorno fino a notte inoltrata, e nei giorni successivi, un vero centro di raccolta di informazioni, di richieste di aiuto (tra le altre cose riusci' ad organizzare il trasporto di una stufa ad una famiglia rimasta isolata senza riscaldamento in una casa di campagna), di collegamento tra i cittadini e le istituzioni, con il Sindaco della Spezia praticamente diviso tra gli studi dell'emittente, il luogo piu' efficace per informare la popolazione, e la centrale operativa della Prefettura, con cui TLS era praticamente collegata via radio. Essendo visibile in tutta la provincia, raccoglieva testimonianze e richieste anche dai paesi piu' distanti, che venivano ascoltate direttamente negli uffici delle autorità. Tutti gli operatori erano in giro per la città e nei paesi raggiungibili per raccogliere immagini, spesso anche suggestive. Per questa trasmissione Tele Liguria Sud ricevette l'anno successivo un riconoscimento ufficiale da parte della Provincia.
Fin dai primi anni sono sempre state realizzate trasmissioni di medicina condotte da medici di varie specialità. Nel 1988 Tele Liguria Sud, in collaborazione con l'Ospedale Civile della Spezia e la Lega Tumori, realizzo' una trasmissione dal titolo molto esplicito e diretto: Il tumore: conoscerlo per prevenirlo; attraverso questo programma si riusci' a organizzare una raccolta di fondi per dotare l'ospedale di un nuovo mammografo.
Dal 1993 al 1996 un appuntamento settimanale in diretta con i telefoni sempre bollenti e' stato Sportello pensioni, magistralmente condotto da un preparato e disponibile funzionario dell'INPS; in 60 minuti cercava di risolvere i piu' disparati problemi, e dopo la trasmissione continuava a raccogliere le telefonate per rispondere nelle puntate successive.


In questi ultimi anni TLS ha notevolmente migliorato la qualità di film, telefilm, documentari, associandosi con altre 5 emittenti cattoliche del Co.Ra.L.Lo per l'acquisto in società dei programmi.

Nel 1995 la Conferenza Episcopale Italiana realizzo' una trasmissione quotidiana di 25 minuti, Ecclesia, che veniva inviata alle emittenti cattoliche via satellite, per dare un'informazione piu' ampia sulla vita della Chiesa e non solo. L'esperienza accumulata con questa trasmissione ha portato alla nascita nel 1998 di SAT 2000, la TV cattolica nazionale trasmessa via satellite, che ha una programmazione molto ricca con telegiornali, trasmissioni di approfondimento, sit com, lezioni di tipo universitario, incontri con personaggi. TLS ripete per due ore al giorno alcune trasmissioni di SAT 2000, tra cui il TG 2000, un telegiornale di 15 minuti che riassume in 5 minuti le principali notizie di cronaca italiana ed internazionale (dalla politica allo sport) e dedica il resto del tempo ad approfondimenti o a notizie di solito poco trattate dalle altre reti pubbliche e private.

Tele Liguria Sud ha sempre cercato, nelle sue possibilità, di seguire l'evoluzione dei mezzi di comunicazione. Fin dall'apparizione dei primi personal computer all'inizio degli anni '80 li ha sempre utilizzati per la realizzazione di sigle grafiche e, ad esempio, per la presentazione in tempo reale dei risultati elettorali; questo uso della computergrafica ha sempre distinto, anche oggi, TLS dalle altre emittenti spezzine.


Nel 1991, sempre prima tra le emittenti locali, si e' dotata di un servizio di teletext (questa e' la dizione corretta del dispositivo, il "Televideo" e' il marchio registrato del teletext della RAI) che poi in seguito ha denominato TLS-Text e che e' tutt'ora operativo.

Nel 1995, ancora una volta prima tra le emittenti spezzine e non ancora imitata, Tele Liguria Sud ha aperto un proprio sito Internet con informazioni di vario tipo. Intanto era in costruzione la nuova ed attuale sede di Tele Liguria Sud che accolse l'emittente nel 2001, una palazzina in pieno centro a La Spezia affianco alla Cattedrale, vicino al Comune ed alla Provincia, con una nuova redazione giornalistica, uno studio piu' ampio e due regie. Inoltre in seguito fu completato anche il vicino grande salone con un palco e 140 posti, strutturato in modo multimediale con videoproiezione a grande schermo, collegato completamente con l'emittente da poter utilizzare per riprese televisive o per conferenze.

 


Per visualizzare l'attuale struttura clicca su "chi siamo"


Copyright © 2005